˙

Linfonodi ingrossati: quando preoccuparsi?

Creato da Lubrow il: 28-01-2016

Salve, la mia bambina di due mesi fin dal primo mese di vita ha i linfonodi della testa ingrossati. Il pediatra dice solo di monitorarli. Ci sono spiegazioni a questo ingrossamento? Grazie

Risposta di: Dott. Raffaele Troiano del 29-01-2016

Salve signora, i linfonodi sono piccoli organelli che fanno parte del sistema immunitario ed in alcuni bambini sono costituzionalmente più grandi e palpabili rispetto ad altri coetanei. Un po' come le tonsille: c'è chie le ha più grandi, chi invece più piccole. Ed inoltre possono reagire gonfiandosi ancor più dopo banali eventi come

Parlando comunque in generale (e non riferendomi alla sua bimba ove, da come l'ha tranquilllizzata il suo pediatra sono certo che si tratti di un'esuberanza dei linfonodi costituzionale) essi destano allarme (in qualità di spia di infezioni, tumori o connettiviti) solo qualora essi siano particolarmente grandi ed in costante crescita (parliamo di linfonodi che superano 1 centimetro di diametro), siano fissi e poco mobili, indolenti (in caso di tumori)... oppure in caso di infezioni siano particolarmente arrossati e dolorosi.

In assenza di tutte queste caratteristiche, la scelta del suo pediatra di monitorarli credo sia la più saggia.

Cordialmente

Dott. Raffaele Troiano - Pediatra

Condividi:

Tutti i contenuti degli articoli pubblicati in questo sito e le risposte dei medici alle domande degli utenti non vanno intesi come sostitutivi rispetto al parere del proprio medico curante, ma solo come note a carattere informativo non rappresentando essi in nessun caso un atto medico. Si ricorda a tal proposito che ogni atto medico presuppone un’accurata conoscenza della storia clinica e l'esame obiettivo del singolo paziente.