˙

Cresce poco dallo svezzamento

Creato da raffaella87 il: 08-01-2016

Buongiorno sono una mamma di un neonato di quattro mesi, nato il 21/05/2015 di peso KG.3,150 dalla nascita ha preso il latte artificiale per problemi miei di salute, ha preso come latte apatamil , poi siccome aveva le coliche e piange sempre il pediatra mi ha cambiato il latte in aptamil conforto plus e poi aptamil HAcon il tempo e man mano la coliche sono diminuite, il 15/12/2015 il pediatra mi ha detto di svezzare il bimbo in questo modo alle 6 di mattina 150 gr.adi acqua con 5 cucchiaini di aptamil latte e lo stesso anche alle 14 alle 18 e alle 22, alle 10 di mattina di dare 150gr di brodo vegetale con 150 gr.di semolino e un omogenizzato di carne bianca intero,e poi se lo mangiava anche un omogenizzato alla frutta, il problema è che dopo 15 giorni dall'inizio dello svezzamento sono andata a controllo dal pediatra ed il bimbo è aumentato di solo 150 gr. perché il 15/12/2015 pesava kg 6,750 il 02/01/2016 pesava kg.6,900 il bimbo però è alto 66 cm, con una circonferenza cranica 41 cm , le chiedevo ma veramente è cresciuto poco? Le volvevo anche dire che il bimbo non riesce a fare tutte le poppate mi resta sempre quei 30/40 gr

Tag: Non cresce
Risposta di: Dott. Raffaele Troiano del 14-01-2016

Salve signora, per il percentile su cui viaggia suo figlio è atteso che in quest'epoca metta circa 600gr al mese. Dalla sua descrizione pare viaggi attualmente su una crescita 400gr al mese. Ciononostante la necessità di praticare approfondimenti può essere stabilita solo sulla base di una visita completa del piccolo. Una transitoria deflessione del peso (che può avvenire anche per svariate circostanze non necessariamente legate ad una patologia specifica) non mi è sufficiente per dare un giudizio clinico.

Cordialmente

Dott. Raffaele Troiano - Pediatra

Condividi:

Tutti i contenuti degli articoli pubblicati in questo sito e le risposte dei medici alle domande degli utenti non vanno intesi come sostitutivi rispetto al parere del proprio medico curante, ma solo come note a carattere informativo non rappresentando essi in nessun caso un atto medico. Si ricorda a tal proposito che ogni atto medico presuppone un’accurata conoscenza della storia clinica e l'esame obiettivo del singolo paziente.