˙

Schema Pratico di Svezzamento

Come preparare prima pappa, seconda pappa e merenda al divezzamento del bambino...

Scritto da Dott. Raffaele Troiano - Pediatra il

In questo breve estratto forniamo uno schema di riferimento per la preparazione delle prime pappe affinchè anche giovani neo-mamme, magari ancora poco esperte in cucina o alla prima esperienza di svezzamento, possano muovere i primi passi in piena autonomia. Sia però chiaro che lo schema qui proposto vuole essere solo un modello da cui attingere e non intende in alcun modo frenare la genuina spontaneità e la sana improvvisazione che consentono ad ogni mamma di sperimentare e ampliare sempre di più gli orizzonti alimentari del proprio piccolo.

A tal proposito invitiamo a leggere anche la posizione della nostra associazione rispetto alle attuali contrastanti correnti di pensiero inerenti lo svezzamento: Autosvezzamento o svezzamento tradizionale? Come scegliere?

Se troverai utile questo schema di svezzamento ti invitiamo a mettere Mi Piace alla nostra Pagina Facebook dove lo troverai in formato pdf stampabile.

Se trovi interessante questo sito, ti saremmo grati se potessi aiutarci a diffondere il nostro progetto di educazione pediatrica dei genitori invitando i tuoi amici a mettere ?Mi Piace alla Pagina Facebook Faro Pediatrico così da permettere loro di essere sempre ben informati sulle principali tematiche di interesse pediatrico...

Ed ora tutti all'opera!

Quando iniziare?

Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ed il Ministero della Sanità lo svezzamento dovrebbe iniziare a 6 mesi di vita. Può essere tuttavia anticipato nel periodo tra i 4 e i 6 mesi qualora ritenuto opportuno dal pediatra alla luce dell’andamento delle curve di crescita e di eventuali rischi nutrizionali legati alla storia clinica e perinatale del bimbo.

Prima pappa

Conviene proporla al piccolo quando è più comodo per la famiglia (tra le ore 11:00 e 13:00)

Come prepararla? Vediamo un pratico schema di riferimento (se stai leggendo da smartphone esplora l'intera tabella muovendo il dito da destra verso sinistra)

 

SVEZZAMENTO ANTICIPATO 

(4-6 mesi)

 SVEZZAMENTO REGOLARE

(dai 6 mesi in poi)

BRODO VEGETALE 1

 

150-160 ml

 

 

180-200 ml

+ 2-3 cucchiaini di PASSATO DI VERDURA (iniziare a passare solo patata e carota)

CEREALE

 

 

 

 

 

2 cucchiai abbondanti

(3 cucchiai se il bambino preferisce la pappa più densa)2

3 cucchiai abbondanti

(4 cucchiai se il bambino preferisce la pappa più densa)2

SI PUÒ SCEGLIERE VARIANDO TRA:

Preferibilmente CREMA DI RISO e CREMA MAIS E TAPIOCA

(sotto i 5 mesi)

Anche  SEMOLINO, CREMA MULTICEREALI, PASTINA “000”

(dai 5 mesi)

CARNE 3

(o UOVO dagli 8 mesi)

 

 

 

 

 

 

 

 

Mezzo omogeneizzato da 80 gr 4

(le primissime volte è anche possibile usare mezzo liofilizzato da 10 gr)

1 omogeneizzato intero 80 gr 4

 

SI PUÒ SCEGLIERE VARIANDO TRA:

Preferibilmente CARNI BIANCHE: POLLO, CONIGLIO, TACCHINO, AGNELLO sotto i 6 mesi

Anche CARNI ROSSE: VITELLO e MANZO dai 6 mesi

Anche TUORLO D’UOVO un paio di volte a settimana AL POSTO DELLA CARNE dagli 8 mesi in poi: si aggiungono 2-3 cucchiaini alla pappa aumentando progressivamente fino a raggiungere 1 uovo intero (ALBUME incluso) dai 12 mesi in poi

OLIO EXTRAVEREGINE D’OLIVA

1 cucchiaino da thè (5 ml circa)

1 cucchiaio grande (10 ml circa)

PARMIGIANO GRATTUGGIATO

1 cucchiaino da thè (5 ml circa)

1 cucchiaio grande (10 ml circa)

Nota 1: per la preparazione del brodo e del passato di verdura vedi l’Appendice a fine articolo

Nota 2: i bimbi che hanno frequente rigurgito o soffrono di reflusso spesso preferiscono la pappa un po’ più densa.

Nota 3: nei primissimi giorni conviene non mettere ancora la carne. Quando il bimbo mostrerà di gradire la novità proposta allora aggiungiamo il liofilizzato o omogeneizzato.

Nota 4: se si sceglie di non usare omogeneizzati è possibile utilizzare carne fresca frullata nelle quantità di 20-30 gr da aumentare gradualmente fino a 50 gr dopo i 10 mesi (per la preparazione della carne fresca lessata o cotta a vapore vedi l’Appendice a fine articolo) facendosi guidare dal proprio pediatra in base al peso e alle caratteristiche cliniche del bambino.

Ricorda: 40-50 gr di carne o pesce non è poco! Essi contengono circa il 20% di proteine (8-10 gr) e se consideriamo che il bimbo fa due pappe al giorno cui si aggiungono 2-3 latti, il fabbisogno proteico è più che soddisfatto!

Merenda

La maggior parte dei bambini, soprattutto nei primissimi tempi di svezzamento, ha l’abitudine di richiedere nuovamente cibo all’incirca tra le 14:00 e le 16:00. È questo il momento della merenda!

Cosa proporre? Potete scegliere in base all’età e alle preferenze del bambino:

  • Frutta fresca frullata oppure omogeneizzato di frutta. Iniziare con pera, mela, banana, prugna: 40 gr (tra 4-6 mesi) o 80 gr (dai 6 mesi in poi); possibile aggiungere anche 1-2 cucchiaini di succo d’arancia
  • Poppata al seno (specie nei primissimi tempi e nei bimbi che sono svezzati con un po’ di anticipo a 4 mesi)
  • Poppata al biberon con latte in formula
  • Merende con latte e frutta comunemente presenti in commercio (di solito indicate dal 6° mese in poi)

Leggi anche la MERENDA NELLE ETA' SUCCESSIVE

Seconda pappa serale

Dopo circa 1 mese dall’introduzione della prima pappa e della merenda conviene iniziare con una seconda pappa da proporre tra le ore 18:00 e le ore 20:00; la scelta dell’orario dipende anche da quando ricompare l'appetito, cosa che può essere variabile da bambino a bambino.

La pappa serale va preparata esattamente come descritto per la pappa del pranzo nella tabella di sopra. Conviene però effettuare le seguenti variazioni:

1.       Variare il CEREALE utilizzato la sera rispetto a quello usato a pranzo

2.       Variare la CARNE utilizzata la sera rispetto a quella usata a pranzo

3.       Variare col FORMAGGINO IPOLIPIDICO (ad esempio Plasmon, Hipp o altri) AL POSTO DELLA CARNE nella pappa della sera,  3-4 volte a settimana (o anche di più se gradito al bambino!). È opportuno iniziare con un terzo o mezzo vasetto e aumentare poi progressivamente. Dai 6 mesi in poi si può anche usare il FORMAGGINO NORMALE.

4.       Variare con PESCE 30-40 gr nella pappa della sera AL POSTO DELLA CARNE 2 o 3 volte a settimana, a partire dai 7 mesi in poi. Iniziare con omogeneizzato di merluzzo o nasello, poi variare con orata, trota, sogliola, spigola, rombo, luccio, dentice; se si opta per il pesce fresco lessato o cotto a vapore aggiungerne una quantità triturata di 40-50 gr dopo averlo lessato o cotto a vapore.

Ricorda: 40-50 gr di carne o pesce non è poco! Essi contengono circa il 20% di proteine (8-10 gr) e se consideriamo che il bimbo fa due pappe al giorno cui si aggiungono 2-3 latti, il fabbisogno proteico è più che soddisfatto!

LATTE e BISCOTTI: come comportarsi dopo lo svezzamento?

TRA 4 - 6 MESI DI VITA: se il pediatra ha optato per anticipare lo svezzamento per motivi clinici e/o familiari/lavorativi, il bambino si troverà ad assumere la pappa di mezzogiorno più circa 4-5 poppate da 150-180 gr di latte al giorno se prende latte in formula. Nel caso sia allattato al seno continua come sempre a richiesta. Ovviamente se il bimbo si porta più piccolo della norma potrebbe anche riuscire ad assumerne meno e non c’è da spaventarsi!

Qualora il pediatra vi suggerisca però di aumentare la densità calorica delle poppate al biberon perché magari mangia e/o cresce poco, è già possibile a quest’età aggiungere 3 cucchiaini rasi di crema di riso oppure mezzo cucchiaino di biscotto granulato senza glutine al latte. Solitamente dopo l’introduzione della prima pappa la maggior parte dei lattantini tendono ad assumere tali 4 o 5 poppate giornaliere all’incirca nei seguenti orari: 6-7 del mattino; 9-10 del mattino; 15-16 del pomeriggio; 19-20 di sera; 23-24 in tarda serata. Ovviamente non è una regola ma semplicemente ciò che avviene più spesso!

DAI 6 MESI IN POI: man mano che si va avanti con lo svezzamento il numero di poppate tenderà sempre più  a diminuire finchè, dopo i 6 mesi, si autoregoleranno a prendere 2 pappe più 2-3 poppate al giorno da circa 200-220 gr. E’ possibile aggiungere 2-3 biscotti oppure 20 gr di biscotto granulato per la poppata del mattino e serale.

APPENDICE: pratica di cucina

Preparazione BRODO VEGETALE

Cosa serve?

1  litro d’acqua – 1 patata – 1 carota – 1 zucchina

100 gr di verdure di stagione (a scelta tra: insalata, bietola,scarola, zucca, fagiolini, pomodoro fresco, sedano, spinaci)

1 cucchiaiata di legumi (a scelta tra: piselli, fagioli, lenticchie)

E’ preferibile iniziare solo con patata, carota e zucchina e poi man mano aggiungere e variare con le altre verdure e legumi seguendo la propria fantasia; nei casi di storia di allergie alimentari in famiglia è buona norma introdurre 1 verdura alla volta (ogni 5-6 giorni circa) al fine di identificare più agevolmente eventuali allergie

Come si prepara?

 

Bollire il tutto fino a ridurre il liquido a metà (2 ore circa con pentola normale; 20 minuti con pentola a pressione). Far colare poi il brodo nel passino trattenendo le verdure.

Se hai trovato interessante questo articolo metti Mi Piace alla Pagina facebook Faro Pediatrico e sarai sempre aggiornato sulle principali novità in tema di salute e sicurezza dei bambini!

Preparazione del PASSATO DI VERDURA (dai 6 mesi in poi)

Se è stato già preparato il BRODO basterà passare le verdure che restano dopo aver colato il brodo. Partire con l’aggiunta di un cucchiaio di passato alla pappa aumentando man mano se il bimbo gradisce.

Se invece si vuol preparare DIRETTAMENTE il passato di verdura

Cosa serve?

Poca acqua (quanto basta per contenere le verdure da cuocere, da aggiungere man mano se si secca)

20-30 gr di legumi a scelta (piselli, fagioli, lenticchie)

e/o

20-30 gr di verdure a scelta (patate, carote, zucchine, verdure di stagione: insalata, bietola, scarola, zucca, fagiolini, pomodoro fresco, sedano, spinaci)

Come si prepara?

 

Cuocere il tutto fino allo spappolamento delle verdure ridurre il liquido a metà (2 ore circa con pentola normale; 20 minuti con pentola a pressione). Far colare poi il brodo nel passino trattenendo le verdure.

E’ preferibile iniziare solo con passato di carote e patate, in seguito aggiungere anche altre verdure e legumi.

Se hai trovato interessante questo articolo metti Mi Piace alla Pagina facebook Faro Pediatrico e sarai sempre aggiornato sulle principali novità in tema di salute e sicurezza dei bambini!

Preparazione del BRODO DI CARNE (dai 6 mesi in poi)

Cosa serve?

Mezzo litro d’acqua

150-200 gr di carne magra (a scelta tra: vitello, pollo, manzo, coniglio, agnello, tacchino)

Se si preferisce si possono anche aggiungere verdure (vedi sopra) ma non legumi (che sono proteici e quindi simili alla carne dal punto di vista nutrizionale)

Come si prepara?

 

Bollire il tutto fino a ridurre il liquido a metà (2 ore circa con pentola normale; 20 minuti con pentola a pressione)

Se hai trovato interessante questo articolo metti Mi Piace alla Pagina facebook Faro Pediatrico e sarai sempre aggiornato sulle principali novità in tema di salute e sicurezza dei bambini!

Preparazione della CARNE o PESCE  LESSATO o  COTTO A VAPORE (dai 6 mesi in poi)

Cosa serve?

60-80 gr di carne (a scelta tra: vitello, pollo, manzo, coniglio, agnello, tacchino)

60-80 gr di carne (a scelta tra: merluzzo, nasello, orata, trota, sogliola, spigola, rombo, luccio, dentice…)

Come si prepara?

 

Triturare la carne o il pesce

Per lessare aggiungerla in una pentola che già bolle. Tempi medi di cottura per lessare: vitello (90 minuti) – manzo (3 ore) – pesce (15-20 minuti)

Per cuocere a vapore riporla tra due piatti su una pentola che bolle (o in apposito cestello)

Se hai trovato interessante questo articolo metti Mi Piace alla Pagina facebook Faro Pediatrico e sarai sempre aggiornato sulle principali novità in tema di salute e sicurezza dei bambini!

Rigurgito notturno: in che posizione mettere il neonato durante il sonno?

A pancia in sù è la posizione migliore per evitare soffocamento e morte in culla... vediamo perchè...
Nonostante sia ormai da molti anni chiaro che la posizione più sicura per far dormire un neonato sia quella supina (a pancia in sù!) sono ancora tante... continua a leggere

Bloccare il VOMITO della gastroenterite in bambini e adulti: Peridon, Plasil, Nausil o Zofran?

Non tutti conoscono lo ZOFRAN... farmaco molto efficace ma ancora poco usato
Il vomito è la minaccia più temibile in corso di gastroenterite, che si tratti di bambini o adulti. Febbre, diarrea, crampi addominali… nessuno di... continua a leggere

Vaccinazioni: lettera di un pediatra ad un medico antivaccinista

Le mille ombre ed interessi economici del movimento medico anti-vaccinista (antivaxx) sviluppatosi negli ultimi anni...
Caro medico Anti-Vaccinista, mi chiamo Raffaele Troiano, di professione faccio il pediatra, ed ho avuto il dispiacere di venire a conoscenza della... continua a leggere

Bimbo che batte la testa: quando è a rischio di emorragia interna?

Cosa fare se un bambino subisce un trauma cranico? Quando è utile una TAC cranio?
Quando un bimbo batte la testa, magari cadendo dal fasciatoio, dal letto o ruzzolando mentre corre spedito, possono accadere due cose, la prima più... continua a leggere

Condividi l'articolo

Seguici su Facebook

Tutti i contenuti degli articoli pubblicati in questo sito e le risposte dei medici alle domande degli utenti non vanno intesi come sostitutivi rispetto al parere del proprio medico curante, ma solo come note a carattere informativo non rappresentando essi in nessun caso un atto medico. Si ricorda a tal proposito che ogni atto medico presuppone un’accurata conoscenza della storia clinica e l'esame obiettivo del singolo paziente.
Le monografie di farmaci presenti su questo sito non sono sostitutive del bugiardino contenuto nella confezione in quanto ne costituiscono una sintesi semplificata.